Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
SC-SALUTEUMANA Scuola di Scienze della Salute Umana

Newsletter N. 02/2014

  • Il Dipartimento NEUROFARBA annuncia che sul numero di gennaio della rivista Journal of Neural Transmission  (J Neural Transm 2014; 121:1–2) è stato pubblicato un obituary in ricordo della prof.ssa F. Buffoni, pioniera della ricerca farmacologica italiana già preside della Facoltà di Farmacia.

 

  • Il Prof. F. Moroni nominato Prof. Emerito di Farmacologia.

 

  • Il Dr. Alessio Masi (Neurofarba),  Dr. Roberto Narducci (Neurofarba) e la Dott. ssa Elisa Landucci (DSS) sono risultati vincitori del Bando “Ricerca Finalizzata – Giovani Ricercatori 2011-2012” del Ministero della Salute. Il dott. Masi sarà responsabile scientifico del progetto “Ih loss of function as a mechanism underlying the selective vulnerability of nigral dopamine neurons in Parkinson's disease”.

 

  • Il Dr. Marco Ghionzoli è un nuovo ricercatore del Dipartimento NEUROFARBA

 

  • La Prof.ssa Carla Ghelardini (Neurofarba) è stata eletta membro del CdA della Fondazione della Toscana Life Sciences (TLS).

 

  • Il Prof. Rolando Cimaz ha partecipato ad una ricerca multicentrica che ha portato al chiarimento della eziopatogenesi di patologie apparentemente non connesse tra loro e accomunate da una aumentata produzione di interferone di tipo 1. [Nature Genetics 2014; 30 marzo]

 

  • Il 27 marzo 2014, presso le Aule Ex Istituti Chirurgici si è tenuto il Convegno: “Cannabis, un’erba da ricetta medica”,  organizzato dal Centro di Riferimento Regionale per la Fitoterapia

 

  • Il CCM finanzia due progetti sulle vaccinazioni (DSS). A fine novembre 2013 si è concluso l’iter di valutazione dei progetti per il bando 2013 del Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (CCM). Tra le 292 lettere d’intenti inviate, il Comitato scientifico del CCM ha ritenuto finanziabili 32 progetti per un valore pari a 10.760.000 euro. Due di questi progetti coinvolgono il Dipartimento di Scienze della Salute del nostro Ateneo, nella figura del Prof. Paolo Bonanni. 

 

  • Il primo progetto dal titolo “Elaborazione di strategie e di interventi di comunicazione sanitaria multi-obiettivo sulle malattie infettive prevenibili e sulle vaccinazioni come mezzo per aumentare le coperture vaccinali nella popolazione" è stato proposto dalla Regione Puglia e nasce da una cordata tra gli igienisti delle Regioni Puglia, Toscana, Veneto, Sardegna, Liguria e Sicilia. Il Prof. Bonanni è il responsabile scientifico di questo importante progetto e la Prof.ssa Rosa Prato (Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche dell’Università di Foggia) è il responsabile amministrativo. L’obiettivo del progetto è di incrementare l’informazione alla popolazione e la formazione sulle malattie prevenibili mediante le vaccinazioni e sulle vaccinazioni al fine di promuovere l’aggiornamento dei professionisti sanitari sui contenuti e sulle modalità di trasferimento delle conoscenze, per diffondere la cultura della prevenzione vaccinale come scelta consapevole e responsabile dei cittadini, come previsto dal Piano Nazionale della Prevenzione Vaccinale 2012-2014 e dal Piano Nazionale della Prevenzione 2010-2012. Il progetto ha ottenuto un finanziamento di 400.000 euro. Il Prof. Bonanni è anche responsabile di Unità di ricerca per l’Università di Firenze per il progetto “Herpes Zoster: valutazione dell’impatto sanitario e socio-economico e possibili strategie di vaccinazione nella popolazione adulta in Italia” proposto dalla Regione Liguria e coordinato dal Prof. Giancarlo Icardi (Dipartimento di Scienze della Salute dell’Università di Genova), a cui, sempre dal CCM, è stato approvato un finanziamento di 300.000 euro. “Per me e per il mio gruppo di ricerca – ha dichiarato il Prof. Paolo Bonanni – è una grande soddisfazione aver ottenuto questi finanziamenti che ci permettono di concludere in maniera estremamente positiva il 2013. Inoltre, l’ottima valutazione ottenuta per questi due progetti ci conferma l’importanza delle linee di ricerca che stiamo sviluppando e ci permette di rafforzare rapporti professionali con riconosciuti gruppi di ricerca di altri atenei italiani nel settore della prevenzione vaccinale”.
 
ultimo aggiornamento: 22-Set-2014
Unifi Home Page

Inizio pagina