Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
SC-SALUTEUMANA Scuola di Scienze della Salute Umana

Assenze, infortuni, prolungamento, convalida e altro

Per eventuali informazioni specifiche del tuo Corso di Studio, consulta la sezione modulistica o la pagina "Stage e tirocini" del relativo sito web oppure interpella il tutor/docente o il Presidente del CdS.

 

Tesi / elaborato finale
Le attività relative alla preparazione alla prova per il conseguimento del titolo possono essere svolte presso strutture universitarie o presso altre strutture accreditate ed approvate dal CCL, convenzionate e non.
Lo studente deve presentare una richiesta (corredata del proprio curriculum) ad un docente afferente alla struttura stessa. Il docente interpellato svolge direttamente o affida ad un tutor la responsabilità del controllo e della verifica delle attività svolte dallo studente.
Il docente/tutor, in accordo con l'azienda/ente, deve avvisare la struttura/laboratorio ospitante specificando giorni e orari nei quale lo studente sarà presente e tipo di attività svolte dallo studente; allo stesso modo dovrà avvisare la struttura in caso di variazioni di date/orario/attività.
Tali comunicazioni sono necessarie al fine di far valere la copertura assicurativa prevista quale studente UniFi.
Si precisa quindi che non deve essere inviato all'Ufficio Tirocini alcun progetto formativo o altra segnalazione.

 

Infortuni

 

Studenti con difficoltà di apprendimento
Il termine “difficoltà” o “studente non sicuro” è utilizzato per gi studenti il cui livello di pratica è discutibile o dubbio nelle aree della sicurezza, conoscenza, abilità tecnico-operative ed interpersonali. E’ pertanto, essenziale riadattare il piano di tirocinio a un piano di azione personalizzato e valutare nel corso dell’anno la necessità di ulteriori esperienze di tirocinio, fino ad arrivare al "non passaggio" all’anno successivo.

 
Assenze brevi

Lo studente che si assenta dal tirocinio per periodi brevi (inferiori ad una settimana durante l’anno) può recuperare tali assenze con modalità da concordare con il Direttore della Didattica Professionalizzante, salvaguardando orari che offrano opportunità di apprendimento.
Lo studente è tenuto a documentare le ore di presenza in tirocinio nel libretto, a farle controllare e controfirmare dal Tutor e segnalare tempestivamente l’esigenza di recupero di eventuali assenze.

 
Assenze lunghe

Lo studente che si assenta dal tirocinio per lungi periodi (assenze superiori a due settimane l’anno), per gravi e giustificati motivi, deve concordare con il Direttore un piano di recupero personalizzato.

 
Interruzione anticipata del tirocinio
Un tirocinio può essere interrotto prima del termine previsto in progetto contattando il ufiicio Tirocini per il tramite del proprio Tutor o Responsabile Professionale e dandone congruo avviso all'azienda ospitante.
I motivi di interruzione possono essere:

  • mancato rispetto del regolamento sui tirocini da parte della struttura ospitante;
  • mancato rispetto del progetto formativo da parte della struttura ospitante;
  • poca disponibilità e interesse da parte della struttura ospitante;
  • improvvisa impossibilità da parte dell’azienda ad ospitare il tirocinante;
  • assunzione presso la struttura ospitante del tirocinio;
  • assunzione presso una struttura diversa da quella del tirocinio;
  • vincita di una selezione d’accesso a master, scuole di specializzazione, altri tirocini, ecc.;
  • conclusione dell'attività prevista;
  • motivi personali;
  • altro motivo.

 
Sospensione temporanea dal tirocinio

Le motivazioni che possono portare alla sospensione dal tirocinio sono le seguenti.

  • Motivazioni legate allo studente:
    • studente potenzialmente pericoloso per la sicurezza degli utenti/tecnologia o che ha ripetuto più volte errori che mettono a rischio la vita dell’utente;
    • studente che non riconosce i bisogni formativi e non si concentra sui propri obiettivi di apprendimento;
    • studenti con difficoltà di comprensione e comunicazione linguistica;
    • studente che frequenta il tirocinio in modo discontinuo.
  • b) Motivazioni legate alla sede:
    • problemi igienico ed organizzativi della sede di tirocinio.
  • c) Altre motivazioni:
    • gravidanza,
    • studente con problemi psicofisici che possano comportare danni a lui, agli utenti o all’equipe della sede di tirocinio.

 
La sospensione temporanea dal tirocinio è proposta dal Direttore della didattica professionalizzante di concerto con lo studente e comunicata al ufficio Tirocini. La riammissione dello studente al tirocinio è concordata con tempi e modalità definite dal Direttore della Didattica Professionalizzante e comunicata all'ufficio Tirocini.
 
Qualora persistano le difficoltà che hanno portato alla sospensione temporanea dal tirocinio o ci sia un peggioramento che impedisce l’apprendimento delle abilità professionali il Direttore della Didattica ha la facoltà di proporre al Consiglio di Corso la sospensione definitiva (interruzione) dello studente dal tirocinio tramite apposita relazione che documenti approfonditamente le motivazioni.

La studentessa in gravidanza è tenuta ad informare immediatamente il Direttore delle Attività Formative, consegnando copia del certificato rilasciato dal ginecologo; il Direttore delle Attività Formative, valutati gli obiettivi del progetto di tirocinio, comunica la impossibilità di svolgere il tirocinio alla studentessa e all'ufficio Tirocini.

 
Richieste di prolungamento del tirocinio
I tirocini curriculari (per i quali vengano riconosciuti CFU o meno) hanno una durata massima di 12 mesi (proroghe incluse); i tirocini non curriculari hanno una durata massima di 6 mesi (proroghe incluse) e possono essere attivati per laureati entro i 12 mesi dal conseguimento del titolo.
Il soggetto ospitante non può realizzare piu' tirocini successivi, anche con soluzione di continuità, con il medesimo tirocinante e per le medesime attività formative.
Un tirocinio può essere prorogato entro i limiti massimi di durata suddetti contattando il ufficio Tirocini per il tramite del proprio Tutor o Responsabile Professionale.

 
Verbalizzazione, convalida CFU/ADE
Consulta la sezione "Didattica / Stage e tirocini" del tuo Corso di Studio e/o chiedi informazioni al tuo tutor universitario/DAF/REP (normalmente nella pagina "Corso di studio / Organizzazione" del tuo CdS).

 

Tips sull'uso di St@ge
- Compilare tutti i campi obbligatori del Progetto Formativo altrimenti non sarà possibile stampare la versione finale del POF per portarla a firma e successiva attivazione. I progett iincompleti di dati obbligatori, anche se firmati, non verranno attivati.
- L'abilitazione/preregistrazione non seguita da alcuna modifica del POF, decade dopo 90 giorni: è necessaria una nuova richiesta di abilitazione all'ufficio.
- Se la procedura di convenzionamento resta ferma per oltre 6 mesi per mancata ricezione di documenti da parte dall'azienda, la procedura decade e va riavviata presso l'Ufficio Supporto alle iniziative di Orientamento in ingresso, in itinere e Job Placement.
- Nel caso non sia noto a priori l'effettivo orario di presenza nella struttura ospitante causa turni, è possibile indicare la fascia oraria generale prevista e precisare la necessità di turnazione; ad esempio: "Tempi di accesso: dalle 9 alle 18 dal lunedi al venerdi secondo la turnanzione che mi sara' assegnata dalla struttura".
- Indicando la fascia oraria di presenza in tirocinio, si devono evitare sovrapposizioni con orari di presenza in aula per la normale frequenza dei corsi.
- Nella compilazione del POF inserire sempre l'indirizzo e-mail istituzionale UniFi per poter ricevere  comunicazioni dal sistema e dall'ufficio; utile anche il numero di cellulare per risolvere eventuali urgenze.
- Quando si effettua una ricerca della struttura ospitante su ST@GE, digitando solo 1 o 2 caratteri verranno mostrati solo i risultati che iniziano con tali caratteri; digitando 3 o più caratteri verranno mostrati tutti i risultati che contengono tale stringa esatta nell'intera ragione sociale. Attenzione all'uso di spazi e puntini (es. negli acronimi) che possono modificare i risultati della ricerca.
- Nel caso si presenti domanda di laurea, il termine del tirocinio deve essere antecedente la data limite per sostenere esami indicata nell'applicativo SOL-domanda di laurea; se successivo, lo studente deve comunicare l'interruzione del tirocinio prima possibile all'ufficio Tirocini e, finito lo stesso, deve contattare il docente per la sua verbalizzazione entro i termini.

 
Comportamento durante il tirocinio
Gli studenti che effettuano il tirocinio nei servizi, assumono responsabilità verso i cittadini. Perché per apprendere hanno bisogno di inserirsi attivamente nei piani di lavoro. Pertanto, è necessario formare gli studenti ad assumere consapevolmente un comportamento conforme con i valori di rispetto ed eticità nell’ambiente di lavoro. Lo studente deve:

  • agire entro i limiti del ruolo di studente e della progressiva autonomia operativa appresa;
  • prepararsi per il tirocinio in accordo con gli obiettivi definiti;
  • sostenere tutti i diritti degli utenti;
  • mantenere la riservatezza e la confidenzialità delle informazioni degli utenti;
  • intraprendere azioni appropriate per garantire la sicurezza propria e quella degli utenti e dei colleghi;
  • riferire le attività effettuate in modo sincero, puntuale e preciso;
  • accettare le responsabilità delle proprie azioni;
  • rispettare le diverse etnie, i valori e le scelte relative ai credi culturali, status sociale e diritti umani;
  • collaborare in modo attivo e propositivo per migliorare il percorso formativo;
  • astenersi di mettere in pratica qualsiasi tecnica o metodica per la quale non ho ricevuto una adeguata preparazione o ottenuto la certificazione;
  • riconoscere che l’apprendimento deve essere supervisionato;
  • riferire puntualmente condizioni di non sicurezza (errori) e farne occasione di riflessione formativa;
  • informare gli utenti della condizione di studente e dei limiti dei compiti che può assumere e rendere visibile il cartellino di riconoscimento;
  • indossare abbigliamento appropriato ai contesti di lavoro;
  • rispettare le regole previste nell’utilizzo dei Dispositivi di Protezione Individuale previsti per le specifiche situazioni e contesti, in ottemperanza a quanto previsto dalla vigente normativa in materia di igiene e sicurezza sul lavoro e dalle specifiche procedure operative, nonché utilizzare laddove previsti indumenti barriera funzionali alle attività in esecuzione;
  • uniformarsi alla normativa vigente in materia di fumo dentro e fuori dei locali;
  • Confermare la presenza, in entrata e uscita, mediante apposizione di firma da parte del Tutor professionale;
  • rispettare l’orario programmato dal Direttore delle Attività Formative e dare tempestivo avviso alla Struttura/Servizio ed al Direttore delle Attività Formative in caso di assenza;
  • astenersi dall’uso di qualsiasi sostanza che possa compromettere la capacità di giudizio;
  • promuovere l’immagine della professione ed essere modello di "promotore della salute" attraverso il comportamento, le azioni, le espressioni e le modalità di comunicazione verbale e non verbale.

 
L’inosservanza di uno o più punti autorizza la Guida di Tirocinio/Tutor Professionale ad invitare lo studente a lasciare la sede di tirocinio e a darne immediata informazione al Direttore delle Attività Formative.

 
ultimo aggiornamento: 05-Apr-2017
Unifi Home Page

Inizio pagina